La sepoltura di una donna siberiana di 4500 anni fa legata ai nativi americani

Il bruciatore di incenso trovato nella tomba contiene volti a forma di sole, che corrispondono a precedenti ritrovamenti di antica arte rupestre in Siberia. (Foto: IIMK RAS)

I suoi tesori comprendono un bruciatore di incenso decorato con simboli solari, 1.500 perline che un tempo adornavano il suo costume e 100 ciondoli realizzati con denti di animali. Il ritrovamento intrigante dei resti di un “nobildonna” dall’antica cultura Okunev è stata fatta nella Repubblica di Khakassia. Il popolo Okunev è visto come … Continua

La Tomba reale di Tuva

Decorazioni in oro della faretra (Foto: Vera Salnitskaya)

Nel 1970, fu scoperto il famoso sito Arzhan 1 nella Repubblica di Tuva, in Russia. Questo fu considerato il luogo più antico dei ritrovamenti Sciti in Eurasia e il punto chiave per il loro studio, risaliva circa a 2800 anni fa, ovvero al IX secolo a.C. I reperti finora rinvenuti e più recenti collegabili a … Continua

“Lettere dalla Mesopotamia” – perle segrete e giovani dandy

Bassorilievo dal Palazzo di Sargon II a Khorsabad, Louvre Room 4 , Paris | Photos Gallery

Dopo la pubblicazione di un precedente articolo alcuni lettori ci hanno chiesto altre traduzioni dal testo di Oppenheim “Letters from Mesopotamia” e dal momento che la cosa ci diverte lo facciamo volentieri. Come premessa dobbiamo introdurre però un concetto spiegato in  Lessico epistolare e rapporti Sociali nella documentazione paleo-assira  L’unità fondamentale dell’organizzazione … Continua

Insediamenti nordamericani in Era Glaciale: la prova nel DNA osseo di alcuni bambini

Beringia (Immagine: G. Grullon/Science)

Da tempo ormai alcuni autorevoli scienziati ritengono che gruppi di umani abbiano attraversato la striscia di terra sopra lo stretto di Bering per entrare in America per la prima volta all’incirca tra i 23.000 e i 30.000 anni fa. Oltre a questo però, i dettagli di tale migrazione sono incerti, … Continua

Sonagli in osso: giocattoli o amuleti contro gli spiriti maligni?

alcune delle figurine intagliate ritrovate sul petto del bambino (Fotooriginali: Yury Esin, composizione La Storia Viva)

Nel bacino di Minusinsk sulla riva nord-ovest del Lago di Itkul nella Siberia meridionale, è stata ritrovata la sepoltura di un bambino di circa un anno, dal sesso non determinato, sepolto in quella che sembra una culla in legno di betulla e risalente a circa 4500 anni fa. La tomba si trovava all’interno … Continua

Scoperto palazzo miceneo vicino a Sparta

Sigillo con nautilus (Foto: Gesafidis Xenikakis/AFP/Getty Images)

Nuovo palazzo miceneo nella piana di Sparta è stato scoperto sulla collina di Ag. Vassiliou, nei pressi del villaggio Xirokampi Laconia. In un’area di 35 acri, almeno, sono stati trovati i resti sepolti di una costruzione di epoca micenea. Lo scavo nella si caratterizza come uno dei più importanti scavi … Continua

Nella “Pompei cinese” un abbraccio di 4000 anni

Lo scheletro della madre che abbraccia il figlio. Le immagini rese note la scorsa settimana hanno commosso la Cina

Resti scheletrici mostrano la donna in ginocchio con le braccia intorno al bambino, come se volesse proteggerlo, nel sito archeologico dell’età bronzo nella provincia di Qinghai che si ritiene sia stata colpita da terremoto e inondazioni attorno al 2000 a.C. L’abbraccio amorevole di una donna e di un bambino è durato 4000 anni, … Continua

4000 anni fa? esattamente come oggi

Tavoletta con lamentele di un cliente truffato (Foto: British Museum)

Kaneš (Kanesh o Neša nella forma contratta più utilizzata nella lingua ittita) è un sito noto soprattutto per il ritrovamento di migliaia di tavolette scritte da mercanti della città di Ashur che operavano nella zona del karum (“mercato”) di Kanesh tra la seconda metà del XX secolo a.C. e la metà del XVIII secolo … Continua

La ragazza di Egtved e i suoi viaggi nell’Età del Bronzo

La ragazza di Egtved: la tomba dell'età del bronzo con i ritrovamenti (Foto: Karin Margarita Frei)

Ovvero: nell’Età del Bronzo viaggiavano molto più di quanto noi moderni pensiamo La ragazza di Egtved è uno dei più noti ritrovamenti dell’età del bronzo danese, tuttavia non era danese, lo rivela una nuova ricerca dal Museo Nazionale di Danimarca e dell’Università di Copenhagen. L’analisi degli isotopi dello stronzio contenuti in … Continua

La maggior parte degli uomini europei discende dai tre ceppi comuni dell’età del bronzo

Cetona (SI) Un’area abitativa dell’Età del Bronzo: particolare dell’interno di una delle capanne. In queste abitazioni, oltre alle tecniche costruttive delle capanne stesse, possono essere approfondite le attività domestiche (Foto: MIBACT)

  Gli Europei discendono da un gruppo di ‘maschi dominanti’ dell’Età del Bronzo. Quasi due su tre, ossia il 64% degli europei moderni deriva da questi antenati. Lo hanno rivelato le tracce genetiche del cromosoma Y, che viene trasmesso solo di padre in figlio, a partire da 334 uomini di … Continua