Eventi – Living History Itinerannia

 Una nuova strada, un nuovo cammino da portare avanti, il tutto attraverso gli strumenti della rievocazione storica. A partire da domani e per tutto il week-end, a San Giorgio di Nogaro (Udine) – all’interno dello splendido festival ItinerAnnia Eventi Tra Gusto Ed ArteANTICAE VIAE, X REGIO AQUILEIA & Tempora in Aquileia, presentano un’attività che scorre lungo il tragitto delle antiche vie:

2-3-4-5 GIUGNO – Living HiSTORY ItinerANNIA
San Giorgio di Nogaro (Udine)

Vi camminarono imperatori, semplici commercianti, coloni e viandanti, vi marciarono legioni e barbari: oggi la Via Annia rivive attraverso la passione delle persone di San Giorgio di Nogaro.

LA STORIA DELLA VIA ANNIA E LA MVTATIO AD XI (l’odierna San Giorgio di Nogaro).
Non tutti conoscono l’importanza che ha avuto in passato questa strada romana che costruita, probabilmente su un tracciato più antico, nel 131 a.C. dal pretore Tito Annio Rufo, già durante la tarda antichità perse di importanza sia a causa dei progressivi mutamenti del territorio (in particolar modo della laguna) che per il progressivo spopolamento delle città e campagne limitrofe, soggette alle continue scorrerie delle popolazioni barbariche. La via costituiva il collegamento principale tra le città di Hatria (Adria), Patavium (Padova), Altinum (Altino), Iulia Concordia (Concordia Sagittaria, dove si incrociava con la via Postumia) e Aquileia. Nei pressi dell’odierno territorio di Mestre, la via era stata realizzata vicino il tratto di costa, mentre tra le città di Altinum e Iulia Concordia si era sovrapposta, integrandolo, al sistema viario preesistente.

A undici miglia da Aquileia, presso San Giorgio (più precisamente nella località di Chiarisacco) è attestata, anche dal ritrovamento della pietra miliare che indica “ad undecimum”, una “mutatio” al servizio di coloro che percorrevano l’antica via romana. Le mutationes erano delle “stazioni di cambio” che funzionavano per carri e animali, meno ingombranti delle mansiones e poste a intervalli regolari di 12-18 miglia, mettevano a disposizione tutta una serie di servizi tra cui anche il cambio di cavalcatura.

Dell’antico tracciato si conserva oggi ben poco, alcuni tratti di basolato (nei pressi di San Donà di Piave, o ad Altino), un ponte presso Ceggia e i resti di due mansiones.

L’EVENTO & I CASTRA.
Una legione in marcia non aveva bisogno di un punto di sosta, perché portava con sé un intero convoglio di bagagli (impedimenta) e costruiva il proprio campo (castrum) ogni sera a lato della strada. I dignitari e i viaggiatori comuni non avevano una legione al loro servizio, perciò il governo manteneva delle stazioni di sosta, chiamate mansiones, o mutationes per usi ufficiali.
Nei giorni dell’evento, all’interno della splendida cornice del Parco di Villa Dora, sarà ricostruito un campo romano dove i visitatorisi potranno imbattere nella quotidianità di un accampamento romano rivivendo un viaggio nel tempo alla scoperta della cultura degli antichi popoli dell’Agro Aquileiese…
Si potranno sorseggiare vini e degustare ricette antiche accompagnati da didattiche sull’alimentazione, sull’arte del combattere, sulla vita da campo dei legionari e sulle arti e mestieri degli antichi artigiani…Un evento per immergersi in un’esperienza sensoriale che riporterà ai tempi dell’antica Roma.

UN PROGETTO NATO PER LASCIARE UN SEGNO: LA RICOSTRUZIONE DI UN TRATTO DI STRADA ROMANA A SCOPO DIDATTICO.
Il progetto di collaborazione nasce per divulgare la nostra storia lasciando segni tangibili (e che restano oltre il tempo dell’evento stesso). Il programma è pluriennale e prevede, dopo il primo appuntamento di quest’anno, nel 2017 la progettazione e la creazione, all’interno del Parco di Villa Dora, di un tratto “a sezione” di una strada romana. L’intento è quello di dare al visitatore un contenuto visuale che si riassume nell’osservazione di quello che era un cantiere, i suoi operai, le attrezzature necessarie alla costruzione della Strada Via Annia.
In poche parole, Un trattato di ingegneria Romana dal Vivo.

Per Info & programma completo:www.itinerannia.org

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.