« Eventi – Riapre al pubblico Santa Maria Antiqua ai Fori

Particolare della parete del palinsesto, con strati di pittura sovrapposti che vanno dalla metà del VI sec. all’inizio dell’VIII sec. La Madonna in Trono è il frammento di pittura più antico di tutta la chiesa. La ricchezza dei dettagli ed i contorni netti richiamano i mosaici di Ravenna, risalenti allo stesso periodo del dipinto (Foto: http://archeoroma.beniculturali.it/)

Particolare della parete del palinsesto, con strati di pittura sovrapposti che vanno dalla metà del VI sec. all’inizio dell’VIII sec. La Madonna in Trono è il frammento di pittura più antico di tutta la chiesa. La ricchezza dei dettagli ed i contorni netti richiamano i mosaici di Ravenna, risalenti allo stesso periodo del dipinto (Foto: http://archeoroma.beniculturali.it/)

Particolare della parete del palinsesto, con strati di pittura sovrapposti che vanno dalla metà del VI sec. all’inizio dell’VIII sec. La Madonna in Trono è il frammento di pittura più antico di tutta la chiesa. La ricchezza dei dettagli ed i contorni netti richiamano i mosaici di Ravenna, risalenti allo stesso periodo del dipinto (Foto: http://archeoroma.beniculturali.it/)

Particolare della parete del palinsesto, con strati di pittura sovrapposti che vanno dalla metà del VI sec. all’inizio dell’VIII sec. La Madonna in Trono è il frammento di pittura più antico di tutta la chiesa. La ricchezza dei dettagli ed i contorni netti richiamano i mosaici di Ravenna, risalenti allo stesso periodo del dipinto (Foto: http://archeoroma.beniculturali.it/)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.