HMB, BOTN e il Medioevo che non conoscevi


Avete mai sentito parlare di HMB? No, non è l’acido idrossi-metil-butirrico, per chi ha studiato Chimica organica.
E di BOTN?  Vi vedo già alzare la mano e proporre un “back of the net” dalla terminologia del football americano.
Ebbene no. Stiamo parlando di una disciplina sportiva piuttosto recente e poco nota in Italia e del suo Campionato Mondiale. Le Historical Medieval Battles (HMB), Battaglie Storiche Medievali, sono uno sport di combattimento, un’arte marziale a contatto pieno, in cui vengono utilizzate armi difensive e offensive del Medioevo, realizzate e adattate appositamente per questo tipo di competizione. L’HMB unisce tutte le forme di combattimento full-contact con l’uso di oggetti di rievocazione storica del Medioevo (HRMA, Historical Reenactment of the Middle Ages ), e cioè

  • scherma storica
  • buhurts (combattimenti a due squadre)
  • corpo a corpo
  • duelli
  • battaglie a piccoli gruppi
  • battaglie campali di massa
  • combattimenti professionali e altro.

La Battaglia Storica Medievale, nonostante il nome, è in realtà uno dei più giovani sport di contatto (o arti marziali, se preferite) in questo momento. E’ apparsa solo 10 anni fa, ma ha acquisito la sua “forma” finale, garantita da precise norme, solo tre anni e mezzo fa. Prima di allora non c’era una definizione univoca, anche se la scherma storica di per sé è definita da un paio di decenni. Come ve la immaginate questa disciplina? Somiglia a un torneo oppure a un campo di battaglia, a seconda che stiamo osservando uno scontro individuale o di massa.

Combattimento singolo Nei tornei individuali si conteggiano i punti, ovvero i colpi portati sull’avversario, in genere 10 o il numero massimo entro un limite di tempo, di solito 2 minuti. In questo caso i colpi non puntano alla forza ma alla velocità e destrezza e l’equipaggiamento deve quindi tendere ad essere leggero. I tornei a loro volta si suddividono in categorie basate sulle diverse armi usate:

  • spada e scudo
  • sola spada a una mano
  • altre armi diverse dalla spada a una mano:  spada a due mani, asce a due mani, alabarde.

Di recente è entrata in uso un’ulteriore categoria definita triathlon in cui il combattimento singolo si svolge in tre turni, ciascuno con armi diverse:

  • spada bastarda detta anche spada a una mano e mezza : una spada la cui lama è più lunga della normale spada a una mano e che il combattente impugna con entrambe le mani, non utilizzando quindi armi difensive.
  • spada e brocchiero: la spada è  a una mano e l’arma difensiva è un piccolo scudo detto anche brocchiere, broccoliere, broccoliero, brocchero, boccoliere, buckler o scudo da pugno o da mano, come quelli già citati nel nostro articolo sul Flos Duellatorum di Fiore de’ Liberi, il quale lo chiamava bucolero.
  • spada e scudo: dove si utilizzano la spada a una mano e lo scudo normale.

Battaglia di massa Nei combattimenti di massa si distinguono tre modalità:

  • 5 verso 5
  • 21 verso 21
  • buhurts dove tutti i partecipanti alla manifestazione si dividono in due squadre e si combattono.

In questo caso non si conteggiano i colpi andati a segno, ma l’obiettivo è atterrare gli avversari: vince il combattente che rimane in piedi. E’ ovvio quindi vedere, in questi tipi di scontri, colpi molto più decisi, dove la potenza e il peso dell’arma hanno una rilevanza e non è raro osservare colpi inferti con un attacco in rincorsa e perfino dei salti. Questo come potete immaginare richiede una notevole prestanza fisica, considerando le pesanti armature che i partecipanti sono tenuti ad indossare. In questi combattimenti si sviluppano tattiche di combattimento e vengono distribuiti dei ruoli tra i componenti delle squadre, i Capitani, pur con qualche difficoltà lanciano ordini ai loro uomini. Durante il combattimento di massa può accadere di venire abbattuti da un colpo assestato dal bordo dello scudo o di dover combattere contro molti avversari o di dover affrontare una schiera di uomini armati di alabarde. Dopo questi attacchi pochi guerrieri rimangono in piedi. Tutto questo somiglia quanto più possibile a quello che doveva essere una vera battaglia medievale.

Armi ammesse

Dal Regolamento ufficiale riportiamo la lista delle armi ammesse.

Armi bianche :
Spade a una mano, sciabole, spadoni (fino a 1.660 grammi)
Falcioni (fino a 1.800 grammi)
Spade lunghe (lunghezza totale fino a 1400 mm), spade, sciabole, spadoni (fino a 2.500 grammi)
Armi bianche a due mani del XIV-XVII secolo(fino a 3.500 grammi)

Armi inastate:
A una mano: asce (fino a 1.300 grammi), mazze e mazza d’arme flangiata (fino a 1.000 grammi)
A una mano e mezza: asce, azze e altre armi simili (con lunghezza totale non inferiore a 1 metro fino a 2.300 grammi
Due mani: alabarde, falci, azze e altre armi simili (con lunghezza totale maggiore di 1.400 mm fino a 3.000 grammi

Mazza

Mazza

Spada a una mano

Spada a una mano

Ascia

Ascia

Spada Bastarda

Spada Bastarda

 

Zweihander (Spada a due mani)

Zweihander (Spada a due mani)

Bec de Corbin (becco di corvo in francese, Mazzapicchio)

Bec de Corbin (becco di corvo in francese, Mazzapicchio)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Großes Messer (Coltella a due mani, evoluzione del falcione)

Großes Messer (Coltella a due mani, evoluzione del falcione)

Tornei e Festival

Vengono organizzati ormai da qualche anno, periodici incontri nazionali ed internazionali tra le squadre praticanti HMB.
I Tornei sono orientati alla competizione, non vengono allestiti altri eventi e la presenza è pressoché limitata ai soli partecipanti.

I Festival sono eventi di più ampia portata in cui si rievoca l’ambito medievale sotto tutti gli aspetti: gli acquartieramenti delle squadre sono montati in stile medievale, ci sono mercatini e intrattenimenti musicali. L’intera ambientazione permette anche ai “non addetti ai lavori” l’incredibile esperienza di una vita medievale realmente vissuta, anche se per pochi giorni. Nel video che segue sono illustrate tutte le attività che riportano ad un’epoca lontana dove il tempo si utilizza per costruire il campo con le proprie mani, dove si cuciono i propri abiti e si mangia e ci si incontra come centinaia di anni fa. Secondo le parole di una ragazza intervistata: “E’ fantastico allontanarsi dalla città, dai telefoni, dalla televisione e i computer e dalle automobili”.

Battaglia delle Nazioni (BOTN)

L’avvenimento di gran lunga più prestigioso è il Campionato Mondiale di Battaglia Storica Medievale, noto come Battaglia delle Nazioni.
A partire dal 2010 si svolge annualmente in città scelte di volta in volta per la loro ambientazione medievale.
In questa manifestazione si affrontano i migliori combattenti di ciascuna nazione, incrociando le armi per difendere l’onore della squadra e della nazione stessa.
Nel 2010 la prima edizione si è svolta a Khotyn, in Ucraina e  ha visto la partecipazione di Russia, Ucraina, Polonia e Bielorussia.
Nel 2011, sempre a Khotyn, partecipa per la prima volta la Squadra Nazionale Italiana, che assieme a Germania e Quebec, fanno salire a sette il numero di nazioni partecipanti.
Nel 2012 la sede è Varsavia, in Polonia. Le squadre sono salite a dodici con l’arrivo della Danimarca, dell’Austria, dei Paesi Baltici (Lituania, Lettonia ed Estonia), Israele e USA.
Nel 2013 l’evento si celebra ad Aigues Mortes, in Francia con la partecipazione di ben ventitre nazioni: Argentina, Australia, Austria, Stati baltici (Lituania , Lettonia , Estonia), Bielorussia, Belgio, Repubblica Ceca e Slovacchia, Danimarca, Francia, Germania, Israele, Italia, Giappone, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Polonia, Québec, Russia, Spagna, Ucraina, Regno Unito, Stati Uniti.

 

E’ piuttosto evidente che questa particolarissima disciplina sia composta da molti aspetti:
oltre alle capacità atletiche e l’allenamento occorrono una notevole passione per la storia e la voglia di documentarsi.
Per poter partecipare agli eventi è necessario selezionare il proprio armamento, in funzione dei requisiti del regolamento e del periodo storico che la Squadra di appartenenza sceglierà di rappresentare. In seguito occorrerà procurarselo. Sebbene sul mercato ormai fioriscano molte aziende artigianali in grado di riprodurre armi medievali di pressoché qualsiasi periodo, potrebbe non essere così facile e richiedere specifiche ricerche se non addirittura produzioni su misura, in particolare per le protezioni.
Lo studio della storia che consente di armarsi e di proteggersi secondo gli standard è parte integrante dello sport.
Un’ultima originale caratteristica, di non indifferente impatto emotivo, è che quest’arte marziale prevede combattimenti di squadra e non soltanto individuali.
Dal Medioevo il futuro delle arti marziali moderne!

Nel 2014 la manifestazione si terrà dal 12 al 15 giugno in Croazia , a Trogir 

Sito Ufficiale

Battle of the Nations Official Channel

 

 

Taggato , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.