« La Pasqua e le sue tradizioni

Il primo delle uova imperiali Fabergé

Il primo delle uova imperiali Fabergé

Il primo delle uova imperiali Fabergé, un uovo di Pasqua gioiello che il penultimo Zar di Russia, Alessandro III donò a sua moglie, la Zarina Marija Fëdorovna; il dono fu talmente apprezzato che, in seguito, Alessandro III donò ogni anno un uovo di Pasqua Fabergé alla moglie.
L’uovo, alto 64 mm. e con un diametro di 35 mm è d’oro completamente rivestito di smalto bianco opaco, per assomigliare al guscio di un vero uovo. Una sottile striscia d’oro è visibile dove le due metà del guscio, unite con un innesto a baionetta, si aprono con una rotazione rivelando le sorprese.
Dentro c’è un “tuorlo” d’oro con una finitura opaca, che si apre a sua volta in due semisfere, una di esse è rivestita internamente di pelle scamosciata e ha il bordo d’oro punteggiato per simulare la paglia di un nido. Il nido contiene una gallina d’oro meticolosamente cesellata, con le piume d’oro giallo e bianco, la testa e le zampe d’oro giallo, cresta e bargigli d’oro rosso, gli occhi sono rubini cabochon.
Anche la gallina si apre, grazie a una cerniera nascosta nella coda, rivelando due ulteriori sorprese. La prima di queste un replica in oro e diamanti della corona imperiale. All’interno della corona, come sorpresa finale, un piccolo pendente di rubino con una catenina che consentiva di indossarlo al collo.

Fu fabbricato a San Pietroburgo nel 1885, sotto la supervisione di Erik Kollin, per conto del gioielliere russo Peter Carl Fabergé, che emise una fattura per 4.151 rubli.

Il primo delle uova imperiali Fabergé

Aggiungi ai preferiti : Permalink.