L’enorme campo vichingo presso York esposto in realtà virtuale

UN ENORME CAMPO CHE HA OSPITATO MIGLIAIA DI VICHINGHI MENTRE SI PREPARAVANO A CONQUISTARE L’INGHILTERRA ALLA FINE DEL IX SECOLO

A Torksey, sulle rive del fiume Trent nel Lincolnshire, il campo è stato utilizzato come posizione difensiva e strategica dei Vichinghi durante i mesi invernali.

Planimetria che mostra l'area di studio e i contorni approssimativi del campo invernale vichingo e il quartiere anglo-scandinavo.

Planimetria che mostra l’area di studio e i contorni approssimativi del campo invernale vichingo e il quartiere anglo-scandinavo.

Hanno usato anche il sito come base per riparare le navi, fondere il bottino rubato, l’artigianato, il commercio e il gioco. La ricerca, condotta dagli archeologi presso le Università di Sheffield e York, ha rivelato che il campo è stato utilizzato da migliaia di guerrieri vichinghi, donne e bambini che vivevano lì temporaneamente in tende da campo

Il professor Dawn Hadley, che ha guidato la ricerca presso il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Sheffield, ha detto: “Il campo dei Vichinghi a Torksey ospitava molto più di una manciata di guerrieri – questa era una base enorme, più grande della maggior parte delle città contemporanee, con tanto di commercianti, famiglie, feste e intrattenimento.

“Da quello che è stato trovato nel sito, sappiamo che stavano riparando le loro imbarcazioni e fondevano l’oro e l’argento per farne lingotti – o barre di metallo usati per commerciare.

“Con i metal detector sono stati trovati  più di 300 pezzi da gioco, suggerendo che i Vichinghi, tra cui, donne e bambini, spendevano un sacco di tempo a giocare per passare il tempo, in attesa della primavera e l’inizio della loro prossima offensiva.”

I risultati sono stati ora utilizzati per creare un’esperienza di realtà virtuale dando agli utenti l’opportunità di sperimentare ciò che era la vita in un campo dell’esercito vichingo.

L’esperienza della realtà virtuale è stata sviluppata da ricercatori presso l’Università di York e fa parte di una mostra presso il Museo dello Yorkshire che aperta ieri Venerdì 19 maggio 2017.

Tutte le scene presenti nell’esperienza di realtà virtuale sono basate sugli oggetti reali trovati dagli archeologi a Torksey.

Il professor Julian Richards, del Dipartimento di Archeologia presso l’Università di York, ha dichiarato: “Queste immagini straordinarie offrono un affascinante colpo d’occhio sulla vita quotidiana in un momento di grandi sconvolgimenti in Gran Bretagna.

“I Vichinghi avevano in precedenza spesso fatto irruzione in monasteri costieri e hanno poi fatto ritorno alla Scandinavia in inverno, ma nel tardo IX secolo sono venuti in gran numero, e hanno deciso di rimanere. Questo ha inviato un messaggio molto chiaro che ora non era in programma solo un saccheggio – ma controllare e conquistare “.

Dr Gareth Beale dalla Labs Digital di York ha aggiunto: “La nuova ricerca dalle università di Sheffield e York è stata utilizzata per creare le immagini più realistiche del campo fino ad oggi, in base a risultati reali. Queste immagini sono anche la realtà virtuale più realistica mai creata del mondo vichingo “.

La posizione esatta e la scala del campo nel Lincolnshire sono state dibattute per molti anni, ma ora la ricerca da parte di Sheffield e York sta cominciando a rivelare la reale portata del campo. Ora si pensa fosse di almeno 55 ettari di estensione, più grande di molte città del tempo, tra cui York.

Usando l’analisi del paesaggio, la ricerca è stata in grado di rivelare la topografia del campo. Con il fiume Trent a ovest e il terreno circostante soggetto a inondazioni fino ad oggi, la sua importanza per una posizione difensiva è chiara.

La ricerca presso Torskey è stata resa disponibile come pubblicazione Open Access e può essere scaricata qui

Università di Sheffield

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.