« Merovingi: la dinastia sacra dei “re fannulloni” – dalle origini a Childerico

Divisione del regno tra i quattro figli di Clodoveo dopo la sua morte (511)

Divisione del regno tra i quattro figli di Clodoveo dopo la sua morte (511)

I figli di Clodoveo: Clotario, Clodomiro, Teodorico e Childeberto, in conformità della tradizione franca, si divisero il regno, costituito dall’antica Gallia, con esclusione della Provenza, della Settimania, corrispondente all’antica Gallia Narbonense, e del regno dei Burgundi:
Teodorico I è re di Reims;
Clodomiro è re di Orléans;
Childeberto I è re di Parigi;
Clotario I è re di Soissons.
La parte più grande, circa un terzo dell’intero regno, che a nord, si estende tra il Reno e la Loira, e al sud nella parte orientale dell’Aquitania, spettò al figlio maggiore Teodorico, nato dalle prime nozze di Clodoveo. La divisione del regno venne pertanto stabilita secondo le norme di diritto privato, fatte scrivere dallo stesso Clodoveo nella legge salica: il regno franco è dunque il patrimonio del re, la nozione di bene pubblico, per altro esistente nella legge di Clodoveo, qui è ignorata semplicemente perché lo Stato è considerato bene privato del re.
Le quattro capitali dei nuovi regni sono tuttavia situate nel centro dell’insieme, relativamente vicine l’una alle altre.

Divisione del regno tra i quattro figli di Clodoveo dopo la sua morte (511)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento