« Merovingi: la dinastia sacra dei “re fannulloni” – dalle origini a Childerico

Divisione del regno tra i quattro figli di Clotario I dopo la sua morte (561)

Divisione del regno tra i quattro figli di Clotario I dopo la sua morte (561)

Nel 558 Clotario I, quartogenito di Clodoveo, sopravvissuto ai fratelli riunificò sotto di se tutto il regno a cui era stata annessa la Burgudia e parte dei territori Ostrogoti in Provenza. Morì dopo soli tre anni nel 561 e nuovamente il regno fu smembrato tra i suoi quattro eredi.
a Cariberto toccò quello che era stato il regno di Childeberto I, la Neustria, l’Aquitania, la Guascogna e parte della Provenza, con capitale Parigi;
a Gontrano toccò quello che era stato il regno di Clodomiro, la Burgundia, con capitale Orleans;
a Chilperico I toccò quello che era stato il regno di suo padre, il nord-ovest dell’Austrasia, con capitale Soissons;
a Sigeberto I toccò quello che era stato il regno di Teodorico I, l’Austrasia e parte della Provenza, con capitale Reims.

Nel 558 Clotario I, quartogenito di Clodoveo, sopravvissuto ai fratelli riunificò sotto di se tutto il regno a cui era stata annessa la Burgudia e parte dei territori Ostrogoti in Provenza. Morì dopo soli tre anni nel 561 e nuovamente il regno fu smembrato tra i suoi quattro eredi.
a Cariberto toccò quello che era stato il regno di Childeberto I, la Neustria, l’Aquitania, la Guascogna e parte della Provenza, con capitale Parigi;
a Gontrano toccò quello che era stato il regno di Clodomiro, la Burgundia, con capitale Orleans;
a Chilperico I toccò quello che era stato il regno di suo padre, il nord-ovest dell’Austrasia, con capitale Soissons;
a Sigeberto I toccò quello che era stato il regno di Teodorico I, l’Austrasia e parte della Provenza, con capitale Reims.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.