Mostre – “STIGMĂTA – La tradizione del tatuaggio in Italia”

La mostra, dal titolo “STIGMĂTA – La tradizione del tatuaggio in Italia
29 Marzo- 30 Aprile 2017

si aprirà il 29 marzo alle ore 18.00
con una conferenza che ha come titolo L’origine del Marchio.

Due relatori d’eccezione come Nicolaj Lilin e Danilo Rossi Lajolo di Cossano, ricercatore e studioso delle tradizioni italiane del coltello e del bastone, introdurranno i temi salienti della mostra, analizzando i tatuaggi ritualistici legati alle onorate società della vita e della malavita italiana dall’800 ai primi del ‘900 fino a quelli della criminalità siberiana/russa, oltre agli aspetti e le caratteristiche che simboleggiano i gradi, i ruoli e la vita nei bassifondi dell’ex Unione Sovietica.

Dalla mummia Otzi, ai tatuaggi dei pellegrini, ai marchi d’infamia e prostituzione la storia del tatuaggio lungo la storia italiana sarà ripercorsa anche attraverso un percorso di opere provenienti dal museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” Università di Torino, che ha messo a disposizione immagini e disegni inediti di carcerati e affiliati alla malavita organizzata studiati a cavallo tra l’800 e il 900.
E ancora il visitatore potrà entrare in contatto con la cultura del tatuaggio attraverso foto, strumenti e stampe provenienti dalle collezioni private di Danilo Rossi Lajolo di Cossano, Tattoo Museo Fercioni e dall’Art Tattoo Studio di Marco Pisa.

“STIGMĂTA – La tradizione del tatuaggio in Italia” è organizzata dall’Associazione STIGMĂTA e si tiene in collaborazione con Istituzione Bologna Musei/Musei Civici D’Arte Antica e la Tattoo Expò Bologna che si svolgerà nei giorni 31 marzo e 1-2 aprile presso l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Info).

Museo Civico Medievale Via Manzoni, 4 • Bologna
tel. 051 2193930 – 2193916

biglietti € 5 – 3

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.