Ricette Ittite di 4000 anni fa

Degli straordinari contenuti delle tavolette Ittite risalenti al II millennio a.C. abbiamo dato un assaggio in un precedente articolo…questa volta il termine assaggio sarebbe ancora più pertinente dal momento che si parla di vere e proprie ricette conservate nelle preziose tavolette d’argilla.

Alacahöyük è un importante insediamento neolitico e area di scavo importantissima della Turchia, che attualmente attira circa 50.000 visitatori l’anno e si trova nella provincia di Corum in Anatolia centrale. Il sito antico era uno dei centri più significativi della civiltà ittita e anche il primo sito di scavo nazionale della Turchia. Attualmente sono in corso scavi destinati a continuare con lo scopo di individuare ulteriori indizi che confermino quanto emerso lo scorso anno, ovvero che l’insediamento nella zona iniziò 1.500 anni prima di quanto si pensasse.

Mappa dei principali siti Ittiti (<a href=http://www.hittitemonuments.com/>hittitemonuments.com</a>)

Mappa dei principali siti Ittiti (hittitemonuments.com)

Aykut Çınaroğlu,  professore di archeologia presso l’Università di Ankara e responsabile degli scavi, ha raccontato all’Anadolu Agency (AA) come lo Chef Ömür Akkor, membro del team di scavo, abbia preparato un menù speciale ittita alla luce dei ritrovamenti archeologici disponibili.

“Abbiamo condotto ricerche sulla culinaria, il cibo e il pane ittita  risalente a 4.000 anni fa”. Akkor ha aggiunto che il cibo è stato cucinato imitando le condizioni del periodo. “Gli antichi abitanti hanno scritto di mangiare abitualmente carne fredda, cipolla cotta e pane nei giorni di festa. Non usavano il lievito per fare il pane che la squadra ha cercato di riprodurre con farina non setacciata di grano pestato”.

Cibi preparati secondo le "ricette" di 4000 anni fa (Foto: http://www.dailysabah.com/)

Cibi preparati secondo le “ricette” di 4000 anni fa (Foto: www.dailysabah.com)

 

“Ci sono una quantità di informazioni sulla cultura del cibo sulle tavolette ittite. Abbiamo usato grano saraceno portato dalla Germania per cucinare. E ‘stato schiacciato sulle pietre e non abbiamo usato altri attrezzi se non un coltello. Considerando le informazioni disponibili abbiamo capito che gli Ittiti erano molto abili in cucina, così come in altri settori “, ha detto Akkor, aggiungendo che oltre 100 nomi relativi alla pasticceria sono stati identificati.

Durante gli scavi, sono stati scoperti reperti riguardanti olio d’oliva, miele, bevande e vegetali. Sottolineando le misure igieniche adottate nelle cucine degli Ittiti, Akkor riferisce che se un cuoco avesse cucinato con la barba lunga e incolta o con capelli lunghi non raccolti o se avesse permesso a un qualche animale di introdursi in cucina, sarebbe stato punito con la pena di morte, insieme alla sua famiglia. La regola era valida anche per coloro che cucinassero senza aver prima fatto un bagno. “Queste regole mostrano come gli Ittiti prendessero molto sul serio le questioni sanitarie 4000 anni fa,” aggiunge.

Il primo ad interessarsi di Alacahöyük è stato WC Hamilton nel 1835, ma da allora il sito è stato spesso visitato da molti studiosi recatisi in Asia Minore. Gli scavi sono stati avviati nel 1907 dall’archeologo ottomano Makridi Bey e durarono soltanto 15 giorni.
Nel 1935, Mustafa Kemal Atatürk, il fondatore della Repubblica di Turchia, li riprese predisponendo appositi fondi. Attualmente, le ricerche sono condotte dall’ Università di Ankara. Çınaroğlu sovrintende le ricerche dal 1998.
Alacahöyük è considerato un luogo molto significativo nello studio della civiltà Ittita, sviluppata in Anatolia intorno al 2000 a.C.
Artefatti quali dischi solari, statue raffiguranti tori e cervi e 13 tombe di re ittiti mostrano l’alta cultura dell’epoca. La Porta delle Sfingi e i bassorilievi sono il riflesso, sopravvissuto fino ai nostri giorni, delle cerimonie religiose.

Tomba di re Ittita ricostruita nel museo di Çorum (Foto: hittitemonuments.com)

Tomba di re Ittita ricostruita nel museo di Çorum (Foto: hittitemonuments.com)

Molti oggetti interessanti sono stati scoperti durante gli scavi, tra cui alcuni pezzi di rame trovati in un laboratorio minerario che risalgono a 3.700 anni fa e alcune spille di bronzo.
Tra essi le ricette riprodotte dagli archeologi.

Ecco alcuni punti salienti del menu ittita:
Pani: Ninda.imza (senza sapore)
Mulati (a base di orzo)
Ninda.gur. ra (con formaggio e fichi)
Ninda purpura (piccolo pane)
Ninda.ku (pane dolce)
Cibo: Burro di albicocca
Beruwa di cetriolo (beruwa è il nome dato a un purè di cibo, ve ne sono di vario tipo)
Beruwa di ceci
Happena (una casseruola di carne, olio d’oliva e miele)
Kariya (fegato e cuore di agnello grigliati)
Carne fredda
Sandwiches (secondo le tavolette ittite, i panini erano farciti con carne e cipolle cotte)

Buon appetito!

Per ulteriori immagini dei ritrovamenti Hittitemonuments.com

Articolo originale

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.