Mostra – Oplontis: Il Fascino e la Bellezza

Il nome di Oplontis compare solo nella Tabula Peutingeriana, copia medioevale di una mappa stradale itineraria di tutto l’Impero romano, risalente, forse all’età augustea ma aggiornata fino al tardo-impero, e nei più tardi itinerari che da essa derivano. Oplontis è raffigurata sulla linea di costa, a 3 miglia sia da … Continua

Mostra – “Pompei e Ercolano: vita all’ombra del Vesuvio”

Dal 27 novembre 2015 al 25 gennaio 2016,  la mostra “Pompei e Ercolano: vita all’ombra del Vesuvio”, allestita presso il Centro Culturale “Villa Regina”  costituita da 20 installazioni interattive e immersive del Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. Il Comune di Boscoreale, a 5 km da Pompei, ospita i resti della villa … Continua

Pompei: il giorno che il Vesuvio eruttò… quando fu?

ERuzione del Vesuvio dipinta da Joseph Wright of Derby - Art collection of the Huntington Library in Pasadena, CA

Crederanno le generazioni a venire […] che sotto i loro piedi sono città e popolazioni, e che le campagne degli avi s’inabissarono? Publio Papinio Stazio “Silvarum Liber III” Ci sono voluti molti secoli perché la domanda di Stazio avesse una risposta positiva. Per l’esattezza fino a che l’architetto Domenico Fontana, … Continua

Potremo rileggere i papiri carbonizzati di Ercolano

Papiro romano carbonizzato

Quando qualcosa sopravvive a un’eruzione vulcanica, è sempre preziosa. E ancor di più se questo qualcosa è un antico papiro che risale addirittura alla storica eruzione del Vesuvio del 79 d. C. che distrusse le città di Ercolano e Pompei. Queste pergamene romane, praticamente carbonizzate, sono molto fragili e, nel … Continua

Eventi – 24 Agosto 79 d.C. Un ricordo mai sepolto!

Per la prima volta, in anteprima, si ricorda insieme questa data controversa che individua l’evento che ha cambiato il corso della storia: l’eruzione del Vesuvio.Una frase di Goethe, apparentemente cinica, ma assolutamente appropriata, recita “Mai nessuna catastrofe ha procurato tanta gioia come quella che seppellì queste città vesuviane”. E descrive … Continua

Pompei, 2014, di Paul W. S. Anderson

Nel 79 dopo Cristo Pompei era un attivo porto internazionale e una delle città più fiorenti dell’Impero Romano, nonostante un terremoto che l’aveva colpita qualche anno prima. In un solo giorno, il 24 agosto secondo Plinio il Giovane o due mesi dopo, in base a recenti ritrovamenti, tutta la città, con la limitrofa Ercolano, venne … Continua

Garum: la salsa dei Romani, ma non solo

Anfore con residui di garum rinvenute a Pompei,Antiquarium di Boscoreale - Napoli

Il garum è una salsa liquida di interiora di pesce e pesce salato che gli antichi Romani aggiungevano come condimento, così diffusa che laddove non specificato nelle ricette risalenti all’antica Roma, per salsa si intende il garum, ma potrebbe anche essere: liquamen o muria e anche allec. Non so voi, ma la prima volta che ne ho letto la mia … Continua