Eventi – Tempora in Aquileia 2016

TEMPORA IN AQVILEIA: lungo le vie della nostra storia.

Venerdì 17, sabato 18, domenica 19 giugno 2016 ritorna la grande rievocazione.

Ci fu il tempo di quelle popolazioni che lasciarono i loro castellieri, eterno simbolo di difesa e orgoglio.

Poi vennero i Veneti e poi ancora i Carni un popolo Celta che attraversò le Alpi solo in cerca di pascoli e terre fertili dove stanziarsi. Erano quelli periodi in cui si scrutavano le stelle e il tempo era scandito dalle lente fasi della luna.

Infine giunse Roma e con lei nacque, alla confluenza del “Natiso cum Turro”, Aquileia.

“Mai città al mondo ebbe più meravigliosa avventura”, scrisse Indro Montanelli parlando di Roma.

Mai alcuna città al mondo intrecciò i suoi destini e la sua storia con quella di Roma, possiamo scrivere noi che, l’inizio di questa storia, vogliamo raccontare il 17, 18 e 19 di questo mese dove tutto nacque.

UN VIAGGIO NEL TEMPO ATTRAVERSO IL LIVING HISTORY.

Oltre cinquecento rievocatori da tutta Italia, mossi dalla passione per la storia, invaderanno le strade, le piazze e i luoghi simboli della storia della cittadina friulana. Saranno loro che, grazie al lavoro dell’Associazione X Regio di Aquileia con il supporto della Fondazione Aquileia, faranno fare un salto indietro nel tempo a tutte le persone che vorranno vivere un’esperienza unica e appagante.

L’inaugurazione è prevista venerdì 17 giugno alle 21.00 (con un prologo dalle ore 17.30) e proseguirà nelle giornate di sabato 18 e  domenica 19 giugno con una fitta serie di appuntamenti programmati tra rievocazioni, sessioni di didattica e convegni, che avranno come unico obiettivo quello della divulgazione storico culturale. E così, immersi nel centro storico e nelle aree archeologiche ci si potrà imbattere nella quotidianità di un legionario romano o in quella di un guerriero celta, nella furbizia di un mercate o nella fatica e nel sudore di un rematore appena sbarcato al porto. La vita tra le vie e piazze della cittadina rivivrà e con essa rivivranno spettacoli gladiatori, danze o rievocazioni di vita che sono tanto antiche quanto moderne. Ci sarà anche spazio per chi ama cibo e buon vino: nel termopolio l’oste offrirà i suoi migliori piatti, secondo le semplici ricette di allora che costituiscono la base del nostro patrimonio eno-gastronomico.

LA FORZA DELLA DIPLOMAZIA NELL’ANTICHITÀ.

Una vecchia locuzione latina che Tacito mette in bocca al generale caledone Galgaco dice “Ubi solitudinem faciunt, pace appellant” (laddove fanno il deserto, lo chiamano pace): ma Roma non è stata solo guerre e stermini, e neanche soltanto strade, ponti e acquedotti. La Repubblica prima e poi l’impero, nacquero e accrebbero anche attorno ad atti di pacifica e sottile diplomazia. Sarà proprio la diplomazia, attraverso gli eventi narrati da Livio in merito ai fatti attorno alle terre che poi divennero Aquileia, il tema centrale dell’evento di quest’anno.

Siamo nell’anno 171 a.C. e il Console Gaio Cassio Longino, secondo quella che pare un’iniziativa assolutamente personale, marciò verso l’illirico per minacciare la sfera d’influenza della Macedonia. Durante la marcia il console richiese ai Galli Carni delle guide per attraversare il territorio giuliano, poi, senza un motivo apparente se non quello del profitto personale, saccheggiò e devastò le loro terre, ponendo in schiavitù gran parte della popolazione. Sarà l’intervento del Senato a richiamare in patria il console e a ripagare i Carni, che nel frattempo lasceranno le terre attraversando di nuovo le Alpi, per il maltolto. Pochi anni dopo, nascerà Aquileia.

TRE GIORNI RICCHI DI EVENTI.

Venerdì 17, come di consueto, nell’area accanto al Foro romano, verranno dati inizio gli eventi di rievocazione con la cerimonia di inaugurazione e l’accensione del fuoco di Beleno alle ore 21.00. Novità di quest’anno, lontano da Aquileia, a Grado sin dal venerdì mattina saranno presenti i marinai con l’imbarcazione che risalirà la Natissa per giungere ad Aquileia il giorno successivo.

Sabato 18, con l’apertura degli accampamenti alle 9.00, inizierà una lunga giornata di rievocazione. Attorno alle 11.30 approderà al piccolo porto di Piazza Garibaldi, una nave actuaria, imbarcazione leggera che parà da Grado con 10 rematori la mattina stessa. Alle 19.00, nell’area del foro, i gladiatori entreranno nell’arena e si sfideranno nei ludi, alle 20.30 si potrà assistere all’assemblea dei capi gallici e alle 21 si rievocherà il rito del “sulcus primigenius”, momento solenne in cui il Senato, per ribadire il potere di Roma su queste terre, conferisce il mandato ai consoli di scavare il solco primigenio della futura città di Aquileia.

Alle 22.30 i guerrieri Gallici attaccheranno il “castrum” da poco eretto dai Romani, con il preciso intento di riappropriarsi delle loro terre, originando la grande battaglia notturna. Lo scontro sarà cruento e alle 23.30 si renderanno gli onori funebri al celta caduto in battaglia.

Domenica 19, la rievocazione si aprirà alle 10.00 con le prove della battaglia nell’area del foro e alle 11 si continuerà con i ludi gladiatori. Alle 12.30  sarà il momento del banchetto per i nobili Romani e subito dopo alcune fanciulle allieteranno il simposio con danze antiche mentre alle 15.00, sempre nell’area del Foro, i delegati delle nazioni galliche si recheranno al Senato romano. Alle 17.45 lo scontro tra Celti e Romani sarà inevitabile e si concluderà con la battaglia finale. Alle 19 si rinnoverà il rito del Solco Primigenio, con cui si fonda la  futura città di Aquileia. Alle 19.45 ancora danze e alle 20.30, a chiusura della manifestazione, verranno proposti nell’arena i combattimenti tra gladiatori per la conquista della libertà. Chiuderanno la serata alle 22.00 le danze antiche.

 

Inoltre sabato e domenica, per tutta la giornata, sono in programma war game in miniatura, visite didattiche agli accampamenti romano e celta e gli abitanti dei villaggi coinvolgeranno il pubblico facendo provare l’arceria celta e romana, proponendo la filatura, la tintura e la tessitura della lana, la fusione del piombo, avvincenti duelli, il tiro con l’arco e anche il battesimo della sella per i più piccoli.

Nell’area della Basilica troverà spazio il mercato artigiano storico e in tutta la città stand enogastronomici e antiche tabernae.

 

PROGRAMMA.

Venerdì 17 giugno.

ORE 17.30 – CONCERTO TRIESTE FLUTE ENSEMBLE, GALLERIE LAPIDARIE MUSEO ARCHEOLOGICO

ORE 19.00 – A TAVOLA CON GLI ANTICHI: APERTURA STAND ENOGASTRONOMICI E TABERNE

ORE 21.00 – CERIMONIA DI APERTURA, AREA FORO, ACCAMPAMENTO ROMANO

ORE 21.45 – RITO DEL FUOCO DI BELENO, AREA FORO

ORE 22.00 – FESTA CELTICA, AREA FORO E FONDO CAL

Sabato 18 giugno.

ORE 9:00 –  APERTURA CAMPI STORICI, AREA FORO E FONDO CAL

ORE 10:00 – VISITA GUIDATA AL MUSEO, MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE

ORE 11.30 – ARRIVO DELLA NAVE ROMANA ACTVARIA, PORTO FLUVIALE IN P.ZZA GARIBALDI

ORE 16.30 SENATVS POPVLVSQVE, FORO ROMANO

ORE 18.15 – MARCIA DELLA LEGIONE, DALL’AREA FORO PER LE VIE DELLA CITTÀ

ORE 19.00 – LUDI GLADIATORI, AREA FORO, ARENA GLADIATORIA

ORE 20.30 – “ASSEMBLEA DEI CAPI GALLICI”, AREA FORO

I capi delle nazioni galliche si riuniscono per discutere di come reagire ai soprusi del console Longino. Parte una delegazione per Roma, mentre coloro che rimangono si apprestano a contrastare le ruberie del console. Il druido rassicura gli animi con un rito propiziatorio.

ORE 21.00 – RITO DEL SVLCVS PRIMIGENIUS: RITO DELLA FONDAZIONE DELLA CITTÀ, AREA FORO

ORE 22.00 – VESTALIA: RITO DELLE VESTALI, AREA FORO

ORE 22.30 – GRANDE BATTAGLIA NOTTURNA, AREA FORO.

I guerrieri dei galli carni attaccano le truppe di Longino per riprendere i loro beni saccheggiati e liberare i loro compagni condotti in schiavitù.

ORE 23.30 – IL FUNERALE CELTA: ONORI FUNEBRI DEL GUERRIERO, AREA FORO

Domenica 19 giugno.

ORE 9:00 –  APERTURA CAMPI STORICI, AREA FORO E FONDO CAL

ORE 10.00 – 11.00 – PROVE DELLA BATTAGLIA, AREA FORO

ORE 10.30 – EX-LIBRIS: L’ESERCITO ROMANO IV VOLUME G.CASCARINO – C. SANSILVESTRI

PIAZZA CAPITOLO

ORE 11.00 – LUDI GLADIATORI, AREA FORO, ARENA GLADIATORIA

ORE 11.30 – EX-LIBRIS: L’ESERCITO ROMANO IV VOLUME G.CASCARINO – C. SANSILVESTRI, CASTRUM ROMANO

ORE 12.30 – SIMPOSIO E DANZE ANTICHE E MATRIMONIO ROMANO, AREA FORO

ORE 15.00 – SENATO ROMANO VS GALLI, FORO ROMANO

I delegati delle nazioni galliche si presentano a Roma, per perorare la loro causa in Senato.

ORE 16:45 – MARCIA DELLA LEGIONE, DALL’AREA FORO PER LE VIE DELLA CITTÀ

ORE 17.45 – LA GRANDE BATTAGLIA FINALE, AREA FORO

I Galli Carni affrontano le truppe di Longino. La sconfitta per i Galli appare inevitabile, ma all’orizzonte si profila un evento inaspettato…

ORE 19.00 – RITO DEL SULCUS PRIMIGENIUS, AREA FORO

ORE 19:45 – DANZE ANTICHE, AREA FORO

ORE 20.30 – GRANDI LUDI GLADIATORI: IL MUNUS, AREA FORO, ARENA GLADIATORIA

ORE 22:00 – DANZE ANTICHE, AREA FORO

TUTTO IL GIORNO: – WAR GAME IN MINIATURA

FONDO CAL

 

DALL’ALBA ALLA NOTTE…

+VISITE DIDATTICHE AL VILLAGGIO CELTICO E AL CASTRUM ROMANO

+PROVA L’ARCERIA CELTA E ROMANA, AREA FORO E FONDO CAL

+A CAVALLO SUI SENTIERI ANTICHI: ITINERARI GUIDATI A CAVALLO, PARTENZA FONDO CAL

+MERCATO ARTIGIANATO STORICO RICOSTRUTTIVO, AREA BASILICA E AREA FORO

+LA NAVIGAZIONE ROMANA: SULLA ROTTA DI UNA NAVE ACTVARIA, UNA NAVE A REMI RICOSTRUITA APPRODA NEL PORTO DI AQUILEIA! PORTO FLUVIALE E LAGUNA DI GRADO ED AQUILEIA

+STAND ENOGASTRONOMICI E TABERNE: A TAVOLA CON GLI ANTICHI

+SABATO 18 GIUGNO ORE 16.00 E 17.45 AQUILEIA LAB  “L’ARTE NELL’ANTICA ROMA”, PER BAMBINI DAI 5 AI 10 ANNI

> PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA AL 3475422876 O SCRIVENDO A: UFFICIOSTAMPA@FONDAZIONEAQUILEIA.IT – WWW.FONDAZIONEAQUILEIA.IT

+SABATO 18 GIUGNO 15.30 – 19.30 & DOMENICA 19 GIUGNO 9.30 – 17.00:

– LA LINEA DEL TEMPO

– POZZO D’ORO

– DECUMANO ARATRIA GALLA

+DOMENICA 19 GIUGNO 10.30 – 16.30: L’OFFICINA DELLE LUCERNE, STUDIO DIDATTICA NORD-EST, AREA FORO

Biglietto una tantum per tutte le attrattive e gli spettacoli 3,00 Euro.

 

 

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.